Emozione e magnifici cocktail a Lady Amarena 2018

28 settembre 2018

Si è appena conclusa la quarta edizione di Lady Amarena, la competizione nata nel 2015 per celebrare il primo centenario di Amarena Fabbri, che quest’anno si presentava nella “doppia” veste, italiana e internazionale.

 

Le barlady hanno gareggiato raccontando la propria storia attraverso cocktail originali, sfidandosi con tecniche innovative e professionali. A valutarle, una giuria di esperti del settore, tra i quali anche Bruno Vanzan e la blogger Carolina Ogliaro.

Andriani Vladimirou, 26 anni, di Cipro, ha infine trionfato sulle altre 18 finaliste, arrivate da tutto il mondo grazie al suo cocktail “Rumarena”, con cui ha voluto esaltare la cultura e la storia italiana. Un long drink che reinterpreta il Negroni con Marendry, il bitter all’Amarena Fabbri, Barolo Chinato e Plantation Pineapple.

Fresca di vittoria, Andriani racconta com’è arrivata dietro il bancone. “Ho iniziato sei anni fa a lavorare come barlady per pagarmi gli studi all’Università” rivela. “Spero che questa vittoria mi permetta di trovare sempre più spazi per esprimermi: quando lavoro mostro me stessa e il mio lato creativo. È un messaggio che lancio a tutte le donne, ma anche agli uomini che lavorano in questo settore: non abbiate paura di essere voi stessi. Ognuno di noi ha qualcosa di unico”.

Sul secondo gradino del podio la cinese Shi Qian con il suo cocktail “Paradiso”, che si ispira al film di Giuseppe Tornatore “Nuovo Cinema Paradiso”. Terza invece l’italiana Francesca Lolli, barlady del Fourghetti di Bologna, che il 24 settembre aveva trionfato alla finale italiana con il suo cocktail “La merenda”, un long drink ispirato ai ricordi delle merende d’infanzia con Marendry Fabbri, sciroppo di vaniglia, gin, succo di lime e foam al mandarino. 

Sul sito www.ladyamarena.it potete trovare tutti i cocktail finalisti.