Drinks

Speciale Ristorazione

Le Arie realizzate per la prima volta da cuochi molecolari venivano utilizzate in cucina come “condimento” estemporaneo per insalate di frutta oppure per le ostriche ed i molluschi.
Oggi gli Chef hanno ampliato il panorama delle possibili applicazioni.
Ad esempio lo chef milanese Luca Frigerio propone:
  • Mousse ai tre cioccolati con loro arie (mousse di fondente con aria di Rum, mousse di gianduia con aria di Brandy Cardinal mendoza, mousse di cioccolato bianco con aria di Mirto)
  • Panna cotta su salsa di melone e aria di menta
  • Risotto all’arancia e stracchino con aria di liquirizia
In miscelazione, si potrà poi utilizzare ad esempio l’Aria di sale, come topping in un cocktail di verdura oppure come decorazione di un Bloody Mary; sarà anche perfetta come accompagnamento
del tequila insieme agli spicchi di lime.
 
Aria di Sale
  • 5 gr di sale da cucina
  • 10 cl di acqua naturale a temperatura ambiente
  • 0.5 cl di prodotto Aria&Velluto Fabbri
Con l’ausilio di un frullatore stemperate il sale nell’acqua. Quindi aggiungete Aria&Velluto Fabbri e stemperate bene il tutto. Procedete alla preparazione dell’aria di sale come esposto nelle linee guida.
 
Aria di Soia
  • 5 cl di salsa di soia
  • 5 cl di acqua naturale a temperatura ambiente
  • 0.5 cl di prodotto Aria&Velluto Fabbri
Diluite la salsa di soia con acqua minerale naturale e stemperate bene con il prodotto Aria&Velluto Fabbri seguendo le linee guida. Avrete immediatamente una schiuma aromatica e speziata da utilizzare nei vostri piatti. Anche le salse come il tabasco o la Worchester possono diventare schiume evanescenti.
 
Aria di Limone
  • 6 cl di succo di limone
  • 4 cl di acqua naturale a temperatura ambiente
  • 0.5 cl di prodotto Aria&Velluto Fabbri
Mixability: Aria&Velluto